LAPUCCI E IL TEAM FANTIC FACTORY MADDII RACING DOMINANO L’EUROPEO IN INGHILTERRA

Condividi su facebook
Condividi su twitter

L’avvio dei campionati europei EMX125 e 250 è stato tutto nel segno del team toscano che porta in pista le Fantic ufficiali. Hakon Osterhagen nella 125 e Nicholas Lapucci nella 250 sono stati gli assoluti protagonisti della gara di Matterley Basin.


Foto: Davide Messora

Nel bellissimo scenario del tracciato disegnato sulle colline sinuose di Matterley Basin, si è aperto il weekend dell’MXGP d’Inghilterra 2021. Come testato nella passata stagione, è stata confermata anche per questa stagione la suddivisione del weekend di gara in due giornate distinte. Il sabato infatti è dedicato alle gare europee e/o WMX di supporto, mentre la domenica sarà esclusiva delle classi iridate MX2 e MXGP.

 

start EMX250

La classe EMX250, orfana dei due protagonisti della passata stagione Benistant e Guadagnini, passati al MondialeMX2, si è aperta con le qualifiche nel segno dei due piloti che comandano il campionato Italiano Prestige MX2 ovvero Nicholas Lapucci e Kevin Horgmo. I due sono stati i più veloci nei rispettivi gruppi e il pilota toscano è stato il più veloce in assoluto conquistando la prima pole position della stagione.

Nicholas Lapucci #21 domina a Matterley Basin

Le sensazioni del mattino, si sono confermate durante le due manche del pomeriggio. Il più veloce in assoluto si è dimostrato Nicholas Lapucci, forte di due partenze ai vertici e capace di prendere subito la testa del gruppo e togliersi dalla furiosa bagarre per le posizioni di testa. Nicholas ha corso due manche intelligenti, dove non ha corso rischi, ed è sembrato davvero in grado di gestire al meglio la situazione. Una doppietta schiacciante che lo mette nelle condizioni migliori in vista delle prossime prove del campionato.

Kevin Horgmo 2° alle spalle di Lapucci

Alle sue spalle il norvegese Horgmo non è riuscito a tentare di tenere il passo di Lapucci, perché ha dovuto fare i conti con due partenze perfettibili. Nella prima manche è risalito fino al terzo posto, dopo una bella lotta con Fredriksen, mentre nella seconda gara ha provato a mettere pressione al pilota Fantic, ma senza mai avvicinarsi a meno di qualche secondo di distacco.

Cornelius Toendel terzo nella EMX250

Un secondo posto per il pilota SM Action GasGas che rispecchia i valori in campo del campionato Italiano. Terza posizione per un altro norvegese, Cornelius Toendel, l’anno scorso impegnato nell’europeo Open. A Matterley Basin ha fatto vedere un buon ritmo e se saprà confermarsi nelle prossime prove potrà ambire alle posizioni “alte” in classifica. Secondo e quinto i suoi risultati nelle due frazioni di gara.

Emil Weckman quarto

Il terzo posto di gara-2 ha permesso al pilota del team Assomotor Weckman di piazzarsi quarto assoluto, da ricordare i suoi sorpassi all’esterno nei lunghi curvoni della pista britannica.

Hakon Fredriksen #427

Quinto Hakon Fredriksen, vecchia conoscenza del team SM Action nella passata stagione. Un altro norvegese tosto, che vende cara la pelle a chiunque gli si faccia sotto.

Andrea Bonacorsi sesto in gara-2

Settimo di giornata per Andrea Bonacorsi, alla sua gara di esordio nell’EMX250, decimo nella prima manche e sesto in quella conclusiva dove ha fatto vedere buone cose. Vedremo se nelle prossime prove, quando aggiusterà le partenze, potrà inserirsi nella lotta di testa.

 

Appena fuori dalla top-ten Lorenzo Corti, velocissimo al via, suo l’holeshot nelle due manche. Quindicesimo nella prima manche, mentre nella seconda ha saputo tenere un bel ritmo e tagliare il traguardo 9°.

Buona prima manche per Yuri Quarti, sulla KTM del team Beddini, dove ha terminato ottavo. Purtroppo nessun punto conquistato in gara-2.

Federico Tuani

Un punto per Federico Tuani, ottenuto nella seconda manche, con due prove corse sempre in rimonta. Zero punti invece per Andrea Roncoli, mentre Pietro Razzini non ha superato lo scoglio delle qualifiche.

il podio EMX125

La classe 125 è stata dominata dall’altro pilota ufficiale Fantic Factory Maddii Racing, Hakon Osterhagen. Una vittoria mai in discussione, nemmeno nel corso della seconda manche quando una scivolata nei primi giri mentre era già in testa lo ha fatto retrocedere fino al sesto posto.

Ripartito come una furia, il norvegese ha macinato avversari su avversari fino a riportarsi in testa. L’interruzione con la bandiera rossa della manche poi lo ha classificato al terzo posto, perché nel giro precedente c’era in testa Ferruccio Zanchi, protagonista dell’incidente che ha fermato la gara e del quale non abbiamo aggiornamenti al momento.

Nella prima frazione Osterhagen ha condotto una gara in testa in solitaria e gli avversari l’hanno rivisto solo dopo la bandiera a scacchi.

Ferruccio Zanchi secondo nonostante la caduta

Zanchi, nonostante la brutta caduta è stato protagonista della gara, al suo primo anno completo nella classe 125cc. ha dimostrato di non avere timori reverenziali anche a livello internazionale e con due ottime partenze si è messo subito in condizioni di correre una prova maiuscola. Nella prima manche ha lottato per le prime posizioni conducendo anche diversi giri in seconda piazza, per poi cedere qualcosa nel finale e terminare quarto.

Nella seconda manche è partito ancora con i primi ed ha approfittato dell’errore di Osterhagen per andare in testa alla gara. Fino alla caduta, dove l’avversario che lo precedeva lo ha toccato con le ruote e l’ha fatto cadere. Ci auguriamo che tutto si possa risolvere brevemente per Ferruccio e magari di rivederlo al via già a Maggiora sabato prossimo.

 

Al terzo posto troviamo il pilota di casa Bobby Bruce, spinto dal pubblico di casa, ha corso due manche grintose e con determinazione si è conquistato il podio nell’esordio stagionale. Sesto nella prima manche, dopo un errore mentre si trovava al terzo posto, in gara-2 invece si è classificato secondo dopo un’altra prova di carattere.

partenza della 125

Per i nostri colori è stata una gara dal bicchiere mezzo pieno, potevamo raccogliere di più, ma ci sono i presupposti per piazzare diversi dei nostri ragazzi nei primi. Le partenze ci hanno visto centrare due holeshot su due, Andrea Viano nella prima manche e Luca Ruffini nella seconda sono stati i più veloci al via. Viano si è complicato la vita nel prosieguo della gara con qualche errore di troppo, vedi scivolate, e zero punti. Meglio gli è andata nella seconda manche, dove è partito ancora con i primi e si è piazzato 12°.

Ruffini, 14° nella prima manche, nella seconda prova, dopo l’holeshot ha resistito nella top-5 fino alla bandiera a scacchi e così si è assicurato l’ottavo posto di giornata.

 

Valerio Lata ha corso due manche simili, a ridosso del gruppetto di testa e cercando di non commettere errori ha portato a casa un settimo posto assoluto, 8°-6° nelle due manche.

 

Dodicesimo di giornata Andrea Rossi, un po’ indietro in partenza, ha cercato di racimolare più punti possibili. Fuori dalla zona punti invece gli altri due piloti italiani al via, Turaglio e Maggiora.

La prossima prova dell’EMX125 è in programma a Maggiora sabato 3 luglio, in occasione dell’MXGP d’Italia 2021.

 

VEDI TUTTE LE NEWS QUI!

Ti potrebbero interessare:

barbaiola-mx-logo