INTERVISTA A DAVID LUONGO – NO ALLE GARE MXGP SENZA PUBBLICO

In questi momenti di pausa forzata Federazioni e organizzatori stanno cercando di riprogrammare le attività sportive per cercare di tamponare la situazione di emergenza e tentare di salvare la stagione 2020. Non fa eccezione Infront Moto Racing organizzatore del Mondiale Motocross MXGP.


Infront Moto Racing sta lavorando giorno dopo giorno in base alle leggi dei vari Paesi per stilare un calendario attendibile per portare a termine un numero accettabile di gare entro la fine dell’anno. L’ultima versione del calendario è stata comunicata settimana scorsa, ma sicuramente subirà altre modifiche come ci ha anticipato il CEO di Infront Moto Racing David Luongo.

 

Visti i continui cambiamenti della situazione covid-19 ci saranno altri cambiamenti nel calendario MXGP 2020?

Stiamo valutando la situazione su base giornaliera. I giorni scorsi hanno mostrato alcuni segnali molto promettenti con la riapertura di alcuni confini e la fine della chiusura in molti paesi europei. È ancora troppo presto per avere una visione chiara di ciò che accadrà ad agosto, ma abbiamo ancora un certo margine per adattare il calendario. Dovremmo avere una migliore comprensione della situazione alla fine di giugno.

 

E’ pensabile vedere ridurre le trasferte e gli spostamenti tra i vari paesi correndo solo in determinati Stati più sicuri, magari con più di una prova sulla stessa pista come il Supercross Usa?

 Come accennato in precedenza, l’idea è di organizzare i Gran Premi nei paesi in cui i governi autorizzano eventi sportivi con spettatori in loco. Abbiamo contratti con tutti gli organizzatori presenti nei calendari 2020 e stanno mettendo a disposizione un’energia straordinaria per mantenere le gare con il massimo livello di sicurezza. Sicuramente la situazione deve anche essere sicura per i viaggi, ma anche su questo aspetto, gli ultimi giorni sono stati molto positivi con le ultime decisioni dell’Unione Europea di riaprire i confini.

Tim Gajser in pista a Imola nella stagione 2019

Avete informato gli organizzatori locali sull’eventualità di correre gare senza fans?

L’attività del Motocross dipende in gran parte dalla biglietteria. Pertanto, organizzare un Gran Premio senza la partecipazione degli spettatori è molto complicato. Non è considerato al momento.

 

I ricavi dei diritti TV potrebbero sopperire alla mancanza di introiti dei biglietti di ingresso?

Negli sport motoristici, gli unici sport che riescono a ricevere decenti diritti TV sono la F1 e la MotoGP, e anche per loro non sarà facile gestire alcuni GP senza spettatori. Per il motocross, non è possibile. I diritti televisivi rispetto ai costi nel nostro budget sono negativi, il che significa che la produzione televisiva e la produzione multimediale ci costano più delle entrate che porta, ma l’esposizione TV è molto importante perché rende popolare lo sport in tutto il mondo. È una parte molto importante dell’MXGP ma non può finanziare un evento senza spettatori.

 

 I team, sia quelli ufficiali che quelli privati, hanno fatto richieste di ridurre le spese e il numero di gare per questa stagione?

Stiamo vivendo probabilmente uno dei periodi più difficili del mondo dopo la seconda guerra mondiale, ma la nostra motivazione e l’unità della famiglia MXGP non sono mai state così forti. Il nostro obiettivo è quello di salvare e consegnare il miglior campionato possibile, perché questa sarà la migliore garanzia per mantenere i +3.000 posti di lavoro che sono direttamente o indirettamente collegati al campionato mondiale MXGP (giornalisti, piloti, meccanici, partner, organizzatori, media). La maggior parte delle entrate dei team proviene da sponsor e produttori. I loro budget si basano anche sul numero di eventi relativi all’MXGP. Inoltre, dobbiamo stare molto attenti a non usare questa situazione come scusa per alcune squadre per ridurre drasticamente gli stipendi dei loro piloti e / o meccanici.

Per questo motivo, fare gare è il modo migliore per assicurare la continuità di questo sport.

 

La cancellazione dell’MXoN può essere un’opzione per questa stagione?

L’ MXoN è confermato a settembre, sarà un evento fantastico come ogni anno e celebrerà il rilancio della nostra vita sportiva. Sono sicuro che molti fan del MX verranno per celebrare il nostro sport.

 

Ci possiamo aspettare una riduzione del numero di gare anche per la prossima stagione a causa della crisi economica?

Sono ottimista per il futuro. Credo fermamente quando la pandemia virale sarà sotto controllo o che avremo un vaccino o una terapia, che avremo una volontà più forte di goderci la vita, così da amare la nostra passione in un modo più forte. Anche lo sport fa parte di questo stile di vita. In quella prospettiva, l’MXGP ha vissuto una fantastica dinamica di aumento della sua popolarità in tutto il mondo durante l’ultimo decennio e non vedo la situazione cambiare in futuro. Stiamo ancora ricevendo più richieste per ospitare un Gran Premio in tutto il mondo di quante ne abbiamo disponibili nel calendario.

Una partenza dell’MXGP di Arco di Trento del 2018

English version

 

Given the latest changes on the covid-19 situation in every country, can we expect any other changes in the MXGP 2020 calendar?

We are evaluating the situation on a daily basis. The past days showed some very promising signs with the re-opening of some borders and the end of the shutdown in many European countries. It is still too early to have a clear view of what will happen in August, but we still have some margin to adapt the calendar. We should have a better understanding of the situation end of June.

 

Is Infront Moto Racing thinking of reducing the trips maybe only running the MXGP calendar in only certain safer countries? Did you think to have in case even more than one race on the same track if necessary as they do in the US Supercross?

As mentioned above, the idea is to organize the Grand Prix in the countries where the governments authorize sport event with spectators onsite. We have contracts with all the organizers present in the 2020 calendars, and they are putting an amazing energy to maintain their race with the highest level of security. For sure the situation has also to be safe for the traveling, but also on this aspect, the last days were very positive with the latest decisions of the European Union to re-open the borders.

 

Is there any possibilities to run the GPs with no public? Did you talk to the Organizers on this possibility?

The business of Motocross is depending in majority on the ticketing. Therefore, to organize a Grand Prix without spectators’ attendance is very complicated. It is not considered at the moment.

 

Can revenues of TV rights replace the revenues from the entrance tickets to the races in case?

In motorsports, the only sports that manage to receive decent TV rights are F1 and MotoGP, and even for them it will not be easy to run some GP without spectators. For motocross, it is not possible. The television rights versus costs in our budget is negative, which means that the TV production and the media production costs to us more that the revenue it brings, but the TV exposure is very important because it makes the popularity of the sport worldwide. It is a very important part of MXGP but it cannot finance an event with no spectators. 

 

Did the teams, both factory and private, made any requests to reduce trips expenses and the number of races for this season?

We are living probably one of the most challenging time in the world since the Second World War, but our motivation and the unity of the MXGP family has never been so strong. Our target is to save and deliver the best championship possible, because this will be the best guarantee to maintain the +3.000 jobs that are directly or indirectly linked with the MXGP World Championship (Journalists, riders, mechanics, partners, organizers, media). The biggest part of the revenues of the teams are coming from sponsors and manufacturers. Their budgets are also based on the number of events related to the MXGP. On top of that we have to be very careful to not use this situation as an excuse for some teams to drastically reduce the salaries of their riders and/or mechanics.

For this reason, making races is the best way to assure the continuity of the sport.

 

Is the MXoN confirmed in September? Any option of changes for this event?

The MXoN is confirmed in September, it will be a fantastic event as every year and will celebrate the revival of our sporting life. I am sure that a lot of MX fans will come to celebrate our sport. 

 

Can we expect a reduction of the number of races for next season (2021) due to some economic crisis?

I am optimistic about the future. I strongly believe when the virus pandemic will be under control or that we will have a vaccine or a therapy, that we will have a stronger will to enjoy our life, so to love our passion in a stronger way. Sport is also part of this way of life. In that perspective, MXGP was living a fantastic dynamic of increasing its popularity worldwide during the last decade and I don’t see the situation changing in the future. We are still receiving more requests to host a Grand Prix world-wide than we have slots available in the calendar.

VEDI LE ALTRE NOTIZIE DALLA MXGP QUI!

Ultime notizie:

VIDEO: PRESENTAZIONE CALENDARI E INFO RIPARTENZA GARE 2020

Riproponiamo la diretta video di ieri sera organizzata da Offroadproracing e Federazione Motociclistica Italiana riguardante i nuovi calendari motocross/supermoto...

AGGIORNAMENTO CALENDARIO MOTOCROSS FMI EMILIA-ROMAGNA 2020

Il giorno dopo l'uscita del calendario nazionale ecco anche l'aggiornamento di quello relativo al regionale Fmi emiliano-romagnolo. (adsbygoogle = window.adsbygoogle...

AGGIORNAMENTO DEL CALENDARIO NAZIONALE 2020!!

E' di poco fa la pubblicazione del nuovo calendario nazionale per il motocross 2020. A prima vista ci sono diversi cambiamenti. (adsbygoogle = window.adsbygoogle ||...

VIDEO: MXON 2013 GERMANIA – FIM MOTOCROSS OF NATIONS HISTORY

Riviviamo uno dei motocross delle Nazioni da ricordare per i nostri colori, quello del 2013 sulla pista tedesca di Teutschental dove l'Italia salì sul...

ANDREA ADAMO PROLUNGA CON SM ACTION YAMAHA FINO AL 2023

E' di oggi la notizia del prolungamento del contratto col giovane siciliano Andrea Adamo con la squadra emiliana SM Action Yamaha Mc. Migliori per...

More Articles Like This

error: Content under copyright.