MAGGIORA PARK RACING TEAM REPORT – INTERN.LI D’ITALIA MOTOCROSS MANTOVA 2020

Sulla sabbia mantovana del ‘Tazio Nuvolari’, ancora una volta Lugana centra una buona prestazione e chiude settimo assoluto della MX2. Weekend difficile invece per Zonta e Corti, che faticano in qualifica ed in gara.


Testo by Max Serafino – Foto by Gianfranco Passera

Dopo Riola Sardo e Ottobiano, per il round finale di questo intenso trittico di gare team e piloti si sono ritrovati nel catino del ‘Tazio Nuvolari’ di Mantova, per la terza ed ultima prova degli Internazionali d’Italia Motocross Eicma Series.

La giornata, decisamente migliore di quella di Ottobiano, è stata prettamente soleggiata ed il tracciato, sempre egregiamente lavorato dallo staff del Moto Club organizzatore, ha dato vita a gare spettacolari e duelli mozzafiato.

Il Maggiora Park Racing Team, schierava come sempre i suoi tre alfieri nella combattuta classe MX2: Filippo Zonta #200, Lorenzo Corti #56 e Paolo Lugana #50.

Il primo importante obiettivo, quello della qualifica alla gara viene centrato da tutti e tre i ragazzi ma mentre Lugana trova subito un buon feeling con l’insidiosa sabbia mantovana e centra un discreto 14° tempo del suo gruppo, Zonta e Corti faticano nel trovare le giuste linee e si classificano 20° e 19° nei rispettivi gruppi.

Nel primo pomeriggio i quaranta piloti classificati si schierano in griglia di partenza per la gara della MX2. Lugana ancora una volta parte bene e 15° sul traguardo del primo giro, conclude con un buon 12° posto che gli permette di accedere alla manche Supercampione. Zonta, nonostante un cancelletto ‘sfavorevole’, parte altrettanto bene e dopo la prima tornata è dietro Lugana ma un improvviso indurimento degli avambracci gli preclude la possibilità di rimontare; transita 15° sul traguardo ma si assicura ugualmente la qualifica alla Supercampione. Corti invece, dopo la prima curva, si ritrova fuori dalla ‘top 20’. Durante le sedici tornate di gara Lorenzo non riesce ad esprimersi al meglio in sella alla sua KTM; chiude 29° e rimane fuori dalla manche dei più forti.

Nella manche finale, nonostante la presenza delle più potenti 450cc. Lugana ha nuovamente un buono spunto in partenza e fa subito sua l’11a posizione. Per metà gara tiene il ritmo dei più forti ma poi subentra la stanchezza che gli fa commettere alcuni errori. La sua corsa termina con un 26° posto. Peggio va a per Zonta: in partenza è protagonista di una rocambolesca caduta multipla che lo relega in ultima posizione. Filippo rimonta in sella e riprende la sua gara ma riesce a recuperare solo sino al 28° posto.

La classifica di campionato della MX2 stilata dopo la prova conclusiva vede così Lugana centrare la ‘top 10’ con un buon 7° posto assoluto. Zonta, più indietro, chiude 15° mentre Corti si classifica 28°.
Archiviati gli Internazionali d’Italia Motocross Eicma Series, tra tre settimane inizierà il FIM Motocross World Championship e il Maggiora Park Racing Team sarà presente in Inghilterra a supporto di Filippo Zonta, schierato nella classe MX2. Nel round seguente, in Olanda, prenderà il via anche l’Europeo 250 e toccherà a Lugana e Corti confrontarsi con i più forti d’Europa.

Filippo Zonta #200

Filippo Zonta #200:Una giornata non è partita benissimo; il feeling inziale con la pista non era dei migliori ed in vista della manche della MX2 abbiamo ritoccato il setting della moto. La partenza è stata buona e mi trovavo meglio con la moto ma da metà gara ho risentito di un indurimento degli avambracci. In vista della Supercampione abbiamo ancora ritoccato il setting e sono contento per i progressi fatti. Peccato che la caduta in partenza ha condizionato pesantemente il risultato finale. Sicuramente questi Internazionali non sono andati come speravo ma abbiamo capito dove e come lavorare per migliorarci in vista della stagione del Mondiale MX2, oramai alle porte.

Paolo Lugana #50

Paolo Lugana #50:Ancora un ottimo weekend per me qui a Mantova. In qualifica ho chiuso 14° conquistando il 27° cancelletto in griglia di partenza. Nella manche della MX2 sono partito bene e nonostante qualche contatto iniziale ho chiuso con un buon 12° posto. Sono partito bene anche nella Supercampione ed ho provato a tenere il ritmo dei più forti. Ce l’ho fatta sino a meta gara, poi alcuni errori e una scivolata mi hanno retrocesso però sono contento. Il ritmo c’è , devo lavorare sulla resistenza in vista della prima prova dell’Europeo 250 e credo di poter fare una bella stagione!

 

Lorenzo Corti #56: “In qualifica ho sofferto un po’ e non sono riuscito ad andare oltre la 19aposizione. Il livello dei piloti in pista era molto alto ed i tempi erano tutti molto ravvicinati però mi sono qualificato e sono contento. Nella gara della MX2 nel giro iniziale ero intorno alla 25aposizione ma non sono riuscito a guidare come volevo ed ho chiuso 29°. Anche se non mi sono qualificato per la Supercampione, ho comunque concluso la mia corsa senza cadere ed è stato importante, vista la pista insidiosa. Tutto sommato queste tre prove non sono andate male. Fra poche settimane inizia l’Europeo 250 a Valkenswaard e poi il Campionato Italiano Prestige e spero di fare bene.

 

Diego Porta Variolo (Team Manager): “In questa ultima gara degli Internazionali d’Italia corsa qui a Mantova, Lugana ha confermato il suo ottimo stato di forma che unito a delle belle partenze gli hanno permesso di fare un ottima manche, terminata in 12a posizione, che lo ha portato a terminare 7° nella classifica assoluta della MX2.Per Zonta, una giornata difficile con problemi di indurimento alle braccia, una caduta in partenza nella Supercampione ha poi fatto resto. Filippo ha comunque terminato questi Internazionali d’Italia al 15° posto nella MX2;una posizione che gli sta abbastanza stretta visto il buon potenziale che mostra in allenamento. Per quanto riguarda Lorenzo Corti, anche questa gara non è andata come si sperava, complice anche una leggera influenza. Tutti e tre i nostri piloti dovranno sicuramente ancora lavorare duramente in vista delle prossime gare alle quali parteciperemo.

TUTTI I COMUNICATI DAI TEAM QUI!

error: Content under copyright.