A MANTOVA SI CHIUDONO GLI INTERNAZIONALI DELL’S11 MOTORSPORT, ALTRA ESPERIENZA PER PALANCA

L’ultima prova degli Internazionali d’Italia MX hanno avuto come teatro lo storico tracciato di Mantova. Anche qui fondo sabbioso anche se l’assenza di precipitazioni ha reso il terreno, in alcuni unti, più duro del solito.


Orfani di Gianmarco Cenerelli, alle prese con la convalescenza dopo l’infortunio di Ottobiano, è stato Gioele Palanca a provare una nuova esperienza internazionale.

Anche qui, come ad Ottobiano, Gioele non è riuscito nell’arduo compito di qualificarsi alle manche della MX2. Il nostro ragazzo è stato anche squalificato per aver, involontariamente sia chiaro, per un taglio di percorso durante il time attack.

Per l’S11 Motorsport questi Internazionali hanno avuto un peso importante nell’approccio alla stagione 2020.

Gianmarco Cenerelli ha capito di aver fatto un ulteriore step per avvicinarsi ai migliori della categoria.
Gioele Palanca ha sfruttato queste tre gare per capire come lavorare d’ora in poi per poter stare a certi livelli.

Adesso rimane un mese per prepararsi al debutto di Gianmarco nell’Europeo EMX250, che inizierà nella sabbia olandese di Walkenswaard, una settimana dopo sia lui che Gioele inizieranno l’avventura nell’Italiano Prestige 2020.

Il tempo giusto per affilare le armi, poi dopo si farà sul serio e ci sarà meno tempo per lavorare su certi dettagli.

 

Gioele in aziona a Mantova

 

GIOELE PALANCA: «Nelle qualifiche di domenica ho fatto tanti errori e mentre stavo tirando sono saltato troppo lungo perdendo la mano all’atterraggio. Così sono finito fuori pista. Non rientrando da dove ero uscito giustamente mi hanno squalificato. È stata una domenica no, lavoreremo per la prima gara di italiano Prestige a Cingoli, nel frattempo farò anche le prime prove di Internazionali Supermarecross».

 

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE CLICCANDO QUI!!!

error: Content under copyright.