L’ITALIA DEL MOTOCROSS ARRIVA AD ESANATOGLIA PER LA SECONDA FINALE DEL CAMPIONATO JUNIOR

Ultime ore di attesa al crossdromo comunale “Gina Libani Repetti” di Esanatoglia, dove convergeranno in queste ore circa 200 piloti provenienti da tutte le regioni d’Italia per disputare la seconda gara finale, delle tre in programma, valida per l’assegnazione dei titoli di campione nazionale motocross per le categorie junior.



 

Lo staff del Moto Club Esanatoglia, con a capo il Presidente Paolo Procaccini, non ha lasciato nulla al caso preparando e curando nei minimi dettagli tutti gli aspetti logistico-organizzativi di una manifestazione impegnativa come il campionato nazionale riservato ai piloti in età compresa tra 8 e 17 anni. Saranno infatti le giovanissime promesse di questo sport a sfidarsi lungo i 1.610 metri del glorioso circuito situato all’apice della collina del Monte Poro da dove si domina l’intero panorama di Esanatoglia, comune di diritto entrato nell’elenco ufficiale de “I borghi più belli d’Italia”.

 

Da sabato mattina, con le operazioni preliminari di iscrizione dei piloti e le verifiche tecniche delle moto, si aprirà ufficialmente la manifestazione che entrerà nel vivo dalle ore 11,45, con lo svolgimento delle prove ufficiali seguite dalle pre qualifiche e dalle gare di qualificazione che, dalle ore 16,00 in poi, decreteranno le pole position e i relativi ordini di schieramento al cancello di partenza per le due manche di gara. Manche che si svolgeranno, per tutte le categorie, durante la giornata di domenica a partire dalle ore 9,45 fino a completamento del programma che prevede la premiazione dei vincitori alle ore 18,30. Organizzare una gara nazionale impone ovviamente grandi preparativi e gli uomini del Moto Club Esanatoglia hanno dato il massimo per preparare al meglio le strutture del crossdromo comunale.

 

 

Il terreno del circuito, è stato opportunamente lavorato e irrigato dai responsabili in pista Marco Antonelli e Luca Bottaccio, fin dalla giornata del mercoledì, per scongiurare la polvere, nemico numero uno dei piloti. La gestione della parte burocratica e del servizio di segreteria è nelle mani di Gianni Tritarelli e Alessandra Grassi che hanno ben chiaro il programma di lavoro da svolgere e ogni operazione sarà gestita nella massima fluidità. Il servizio sanitario, coordinato per conto della F.M.I. dalla Dott.ssa Lorena Sangiorgi è curato da Andrea Marinelli e Matteo Carnevale che, in collaborazione con la Croce Azzurra di Fabriano, hanno pianificato al meglio le postazioni di primo intervento e l’infermeria preposta al primo soccorso. Beatrice Casciani, che coordina il servizio ristoro e l’hospitality, con il meteo che prevede un week end all’insegna del caldo, è pronta a offrire i necessari “viveri” per far si che il personale di servizio in pista sopporti al meglio le alte temperature.

 

 

Tutto il “verde” che circonda il tracciato di gara è stato curato da parte del responsabile Gianfranco Spitoni e del custode Francesco Marinsaldi e tutti i servizi igienici, le docce e l’area camping, come sempre sono stati ottimizzati da Ferdinando Picchietti, impeccabile manutentore. Cherubino Todini invece, sarà impegnato alla guida dei mezzi movimento terra e avrà il compito di ripristinare il terreno dopo la giornata di prove ma soprattutto durante le gare per mantenere in sicurezza lo svolgimento delle competizioni. Anche questa volta il Moto Club Esanatoglia, non ha lasciato nulla al caso e il gruppo dei volontari ha messo in campo, con massima professionalità, le grandi competenze acquisite nel tempo e ha fatto si che il crossdromo “Gina Libani Repetti”, fiore all’occhiello del Comune di Esanatoglia, si ponga all’attenzione delle cronache sportive nazionali con l’augurio che a vincere siano i migliori.

 

 

Prima della gara in programma a Esanatoglia, i piloti delle classi junior 65 cc e 85 cc si sono sfidati sul circuito di Savignano sul Panaro (Modena) per la prima finale in programma mentre, per gli “under 17” della classe 125, le prove in programma sono state due e infatti, dopo la gara in terra emiliano-romagnola, si sono ritrovati in Toscana per un “fuori programma” di una prova aggiuntiva al classico trittico delle finali. Nella classe 65 cadetti, due uomini al comando: Edoardo Martinelli (Husqvarna / WDS Squadra Corse) e Paolo Martorano (KTM / Gaerne) entrambi a quota 220 punti con il podio virtuale chiuso con 145 punti al suo attivo da Filippo Mantovani (KTM). Nella 65 junior invece, in vetta alla classifica troviamo Alberto Sanna (KTM O-Ragno 114 / Torino Moto) con 220 punti, seguito da Simone Mancini (KTM / Pardi Royal Pat) con 200 punti e da Patrick Busatto (KTM / Team La Croce) con 165 punti. Salendo di cilindrata, si passa alla 85 senior che al momento vede il neo campione del mondo di categoria Valerio Lata (KTM) condurre a punteggio pieno (240 punti) frutto delle due vittorie a Savignano, seguito da Matteo Luigi Russi (KTM) due volte secondo (200 punti) e terzo Alberto Elgari (KTM -160 punti), salito due volte sul gradino più basso del podio di Savignano. La categoria dei più grandi, tutti in sella a moto da 125 cc con motori 2 tempi, dopo la gara “fuori circuito” di Ponte Egola (PI) ha visto stravolti i verdetti di Savignano (MO) da dove Daniel Gimm (Yamaha MX Junior Team) era uscito con un grande vantaggio (oltre 100 punti) su Andrea Roncoli (Husqvarna / O-Ragno 114 Torino Moto). A Esanatoglia sarà invece Andrea Roncoli a presentarsi in gara con la tabella rossa di leader della classifica generale con 392 punti contro i 317 di Daniel Gimm, seguito in terza piazza da Raffaele Michael Giuzio (KTM) che con i 285 punti conquistati nelle due gare ha sostituito sul podio virtuale Pietro Razzini (Yamaha MX Junior Team), scivolato a quota 240 punti in quinta posizione dietro a Federico Tuani (Husqvarna Maddii Racing) che occupa la quarta piazza della classifica generale con 260 punti.

 

 

TUTTO SULL’ITALIANO PRESTIGE CLICCANDO QUI!!!

 

 

error: Content under copyright.