ANDREA CESARI VINCE IL MEMORIAL CONNOR SMITH

L’ex campione italiano si aggiudica la gara di Cingoli. Infortunio per Mastronardi, che lascia la corsa al titolo. Nei sidecar prima vittoria di Bernardini – Pasqui.



Comunicato stampa FXAction 15.07.2019

Spettacolo, partecipazione e commozione alla sesta edizione del memorial Connor Smith. La gara di Cingoli, valida come penultima prova del campionato italiano quadcross e sidecarcross, ha ospitato la consueta delegazione di piloti inglesi, che sono giunti da Oltremanica per onorare il loro connazionale scomparso durante il Quadcross delle nazioni del 2013.
Sul crossdromo Tittoni, come sempre preparato al meglio del moto club Fagioli, è stato Andrea Cesari (Tity & Amarenas) a portarsi a casa il trofeo del vincitore. L’ex campione italiano ha dominato nettamente tutte e tre le manche, dimostrando un feeling inarrivabile con la pista di Cingoli, e ha ricevuto il premio direttamente dalle mani del padre di Connor Smith.

 

Massimiliano Moro Ph.ReportFab

Sul fronte della lotta al titolo, da cui Cesari è escluso per l’assenza in altre gare di campionato, il grande colpo di scena è stato l’uscita di scena di Simone Mastronardi (Yamaha – Piccirilli), per un problema durante la seconda manche. Il campione uscente perde così ogni speranza di confermare il suo numero 1, lasciando definitivamente strada a Patrick Turrini (Yamaha – Gf Racer), secondo a Cingoli. L’unico ancora in grado d’impensierire il sanremese è Paolo Galizzi (Yamaha – Gf Racer), che però avrebbe bisogno di un miracolo nella prova finale.
Nella Sport è stato Gianmarco Monaci (Scorpioni) a primeggiare, davanti all’ospite britannico Adam Robinson (Suzuki) e Alessandro Fontanazzi (Kawasaki – La Quercia). Con questo successo, Monaci si è rilanciato prepotentemente nella classifica di campionato, che attualmente vede in testa Lorenzo Taricco (Gf Racer).

 

Bernardini – Pasqui Ph.ReportFab

 

Arturo Adorisio (Husqvarna – Matera) ha dominato la giornata dei Veteran, precedendo sempre Davide Gigli (KTM – Garfagnana) e Rodolfo Salustri (KTM – Monaco). Il pilota lucano è così passato in testa alla provvisoria di campionato. Leonardo Arzani (Yamaha – Piccirilli) è stato nuovamente il migliore del Trofeo, che corre insieme alla Veteran.
Nella Junior beffa e festa per il portacolori del sodalizio di casa Massimiliano Moro (Yamaha – Fagioli), che ha buttato via la vittoria in gara-1 con un classico errore d’inesperienza, servendo il successo su un piatto d’argento all’inglese Alfie Walker (Yamaha). Moro è comunque arrivato secondo, con l’altro britannico Josh Talent (Suzuki) terzo, e, in virtù di questi piazzamenti, si è laureato matematicamente campione italiano con una prova d’anticipo.

La gara dei sidecar ha visto la prima vittoria in carriera del giovane equipaggio Bernardini – Pasqui (KTM – Baglioni), che ha approfittato dei problemi in gara-2 dei dominatori Lasagna – Lasagna (WMC – Panicale) per salire sul gradino più alto del podio. Terzo posto per Mattoni – Gualatrucci (WSP – Baglioni).
Il campionato quadcross e sidecarcross va ora in vacanza, con una gara ancora da disputare per assegnare i titoli italiani. L’appuntamento è per il 21 e 22 settembre, su un impianto che sarà reso noto nei prossimi giorni dal comitato FMI quad.

 

Commemorazione di Connor Smith Ph.ReportFab

 

Alessandro Castellani Ufficio Stampa FXAction
ufficiostampa@fxactionmagazine.it

 

TUTTO SULL’ITALIANO PRESTIGE CLICCANDO QUI!!!

error: Content under copyright.