INFORTUNIO PER ALESSANDRO LUPINO NEL GRAN PREMIO DI RUSSIA

Per il terzo anno consecutivo il tracciato di Orlyonok ha ospitato il Gran Premio di Russia, ottavo round della stagione iridata 2019. Il tracciato russo è caratterizzato da un fondo duro e da un layout caratterizzato da grandi salti e alte velocità.


 

Testo e foto: Alessandro Lupino press

Arrivato in Russia reduce dalla bella affermazione nel Campionato Italiano Prestige di Savignano, Alessandro Lupino ha staccato il quindicesimo tempo nelle prove cronometrate. Nella successiva manche di qualifica il viterbese è partito bene ed ha mantenuto per circa metà gara la decima posizione. A causa di una violenta caduta però è stato costretto al ritiro ritrovandosi anche con un ginocchio gonfio e dolorante.

Dopo aver saggiato le sue condizioni nel corso del warm up, Lupino ha deciso di partecipare alle manche titolate. Al via di gara 1 però non è riuscito a scattare tra i primi e si è ritrovato solamente in venticinquesima posizione al primo passaggio. Alessandro non si è perso d’animo ed ha iniziato a recuperare arrivando ad occupare la quindicesima piazza dopo i primi dieci minuti di gara. Sfortunatamente, a causa di un contatto con un avversario, è caduto rovinosamente ed è stato investito da un altro concorrente. Prontamente soccorso dal personale medico di pista è stato trasferito all’ospedale di Krasnodar dove gli sono state riscontrate quattro lesioni alla schiena e la frattura dello sterno. Dopo aver passato la notte ricoverato, Alessandro è stato sottoposto ad ulteriori esami e dimesso. Il pilota del Tean Gebben Van Venroy sarà essere in grado di tornare in Italia nella serata di lunedì. Una volta rientrato a Roma si sottoporrà ad altri esami medici.

Malgrado non abbia guadagnato punti in Russia, Alessandro Lupino occupa ancora la quattordicesima posizione in campionato con 103 punti. L’ottavo posto nella prima manche del Gran Premio di Francia è stato il suo miglior piazzamento in gara di questa stagione.

Alessandro Lupino:Questa volta me sono vista davvero brutta. La caduta in qualifica mi ha lasciato con un ginocchio malconcio ma dopo il warm up mi sentivo in grado di correre. Nella prima manche sono partito malissimo ma dopo 6/7 giri avevo già recuperato una decina di posizioni. Poi mi sono toccato con un avversario e sono caduto a terra e qualcuno mi è saltato sulla schiena. Ero a terra e per qualche tempo non avevo sensibilità a gambe e mani. Fortunatamente dopo qualche minuto mi sono ripreso e sono stato subito trasferito in ospedale. Ho passato la notte scorsa in osservazione ed oggi, dopo essere stato sottoposto ad ulteriori esami, mi dimetteranno per darmi modo di rientrare a casa in serata. Una volta in Italia cercheremo di capire come guarire per rientrare in gara il prima possibile.

Alessandro Lupino

ALTRE NOTIZIE DAL GP DI RUSSIA QUI!

error: Content under copyright.