SONDAGGIO SULL’UTILIZZO DEL NECK-BRACE – PARTE 2

Seconda parte dell’interessante sondaggio che abbiamo voluto offrire ai nostri lettori sull’utilizzo del collare neck-brace.


Come nella prima parte del sondaggio emergono nette differenze tra chi è a favore e chi considera il “neck” inutile e controproducente. Notiamo però nei commenti sui social una certa attenzione da parte dei genitori dei piloti che tendono ad abituare i giovani rider ad indossare l’accessorio, ritenuto una protezione irrinunciabile per una sicurezza ottimale durante la pratica dello sport.

 

Ecco le altre dichiarazioni dei piloti che abbiamo intervistato. Ricordiamo le 4 domande che abbiamo posto a tutti:

1) ll neck brace (collare), lo utilizzi o la hai utilizzato in passato? Sembrava un accessorio indispensabile o era solo una moda?

2) Secondo te perché molti piloti ora non lo usano più?
3) Si dovrebbe fare una campagna informativa in tal senso?
4) Se la Federazione mettesse l’obbligo come per il paraschiena cosa ne pensi?

 

Simone Croci:

Si, ho utilizzato anni fa sia il leatt brace, l’alpinestar e nel 2012 l’ortema, era prima di tutto una sicurezza in più, poi per tanti piloti una moda, io non lo utilizzo più perchè avevo smesso di metterlo per qualche volta e poi ho riprovato a rimetterlo, ma mi sentivo troppo legato in moto, anche se sarebbe una bella cosa!

L’uso del collare secondo me non può diventare un’obbligo, a tanti piloti da fastidio e ad altri non piace per altri motivi, il paraschiena è un’altra cosa, anche se da noi nelle uisp è obbligatorio.”

 

Mattia Guadagnini:

L’ho usato due anni e ho smesso perché, dopo aver riprovato senza mi sentivo molto più libero nella guida. Era il 2012 quindi erano molto più ingombranti e difficili da usare quindi non saprei se al giorno d’oggi potrebbero non creare disagio.

Per quanto riguarda l’importanza non saprei, perché ha di sicuro dei pro ma anche dei contro. Non penso sia indispensabile ma in alcuni casi è utile.”

Stefano Pezzuto :

Io l’ho utilizzato in passato, quando erano usciti i primi collari. Però dopo la prima volta che mi sono rotto la clavicola (rottura causata proprio dal collare, ma per fortuna c’è l’avevo) non riesco più a utilizzarlo perché il solo contatto con le clavicole (che ho rotto e operato tutte e due) mi da molto molto fastidio!

Molti piloti non usano nemmeno la pettorina, io uso quella completa per cercare di salvaguardarmi, purtroppo come detto prima non riesco ad usare il collare. Dovrei magari trovarne uno che non mi tocchi sulle clavicole, perché comunque penso sia una cosa molto utile per la  salvaguardia degli infortuni.

Sono a favore dell’utilizzo di qualsiasi protezione, quindi anche di questa e penso che se la Federazione mettesse l’obbligo non sarebbe una brutta cosa. Però bisognerebbe avere anche degli sconti sull’acquisto perché comunque per noi piloti e un costo in più da conteggiare sul budget per la stagione.”

 

Giorgia Montini 

Giorgia Montini :

“Ho usato l’Ortema fino a 2 anni fa circa, sinceramente quando l’ho comprato è stato solo perché mi piaceva, quindi probabilmente era solo moda.

Io ho smesso di usarlo perché mi dava fastidio, iniziando a girare senza mi sono abituata e senza collare sei molto più libero. 

Penso che una campagna informativa potrebbe essere utile per chi si sta affacciando al motocross, o comunque chi vuole avere informazioni in più.

La pettorina (paraschiena) secondo me si dev’essere assolutamente obbligatoria. Per quanto riguarda il collare non sono molto d’accordo sul renderlo obbligatorio.”

 

Erica Lago

Erica Lago:

“Penso sia utile ma non indispensabile, purtroppo nel nostro sport dipende molto da come si cade, molte volte facciamo dei voli enormi e non ci facciamo nulla altre volte ci cappottiamo in avanti e succede il disastro. Se la Federazione mettesse obbligatorio il paraschiena penso potrebbe essere un ottima idea molti piloti non usano proprio nulla e penso che almeno il paraschiena sia necessario.”

 

Alessio della Mora

Alessio Della Mora :

Il neck brace l’ho utilizzato in passato ma ora non lo utilizzo più!

Sinceramente all’inizio sembrava un accessorio indispensabile poi è andato un po’ a svanire questo pensiero!

Negli ultimi anni molti piloti non lo usano più, ma non so il motivo preciso, penso che uno dei motivi sia perché ti limita in alcuni movimenti!

Se è sicuro che sia un accessorio indispensabile si dovrebbe fare una campagna informativa, altrimenti no!

Se la Federazione mettesse l’obbligo penso che non ci sia alcun problema, si utilizza tutti! Sinceramente non la vedo sbagliata come idea visti gli infortuni che sono capitati ultimamente, anche se onestamente non so se  il neck brace avrebbe evitato questi infortuni!”

 

 

Cristian Ravaglia :

“Si, il collare lo utilizzavo in passato. All’inizio sembrava più una moda, ma io con il tempo non riuscivo più ad allenarmi senza.È una domanda difficile da rispondere ma mi viene da dire che non sia molto comodo se non ti abitui a un professionista impedisce dei movimenti nella guida .

La campagna informativa purtroppo c’è già se vedi i vari casi di incidenti e lesioni.

Per mettere un obbligo ci vogliono dei dati reali dove dicono che il neck brace ti salva dalla lesione spinale a quel punto credo si possa obbligare i piloti con un regolamento.

Però dico anche che oggi vedo in pista bambini o anche adulti con neck brace non adatti o troppo grandi o troppo piccoli quindi non so fino a che punto possono essere utili.

Ci vuole uno studio approfondito e dati per consigliare a chi va in moto il giusto neck brace.”

 

 

Stefano Dami: 

“Ho utilizzato il neck-brace per circa un anno, ma non ho mai patito cadute gravi in quel periodo da poterlo davvero testare, per fortuna! in realtà non credo fosse soltanto una moda, tutto quello che può in qualche modo migliorare la sicurezza non è affatto soltanto una moda, chiaro che indossare tutte le protezioni  può limitare in alcuni casi i movimenti, e quindi a volte si tende a non usarle per avere più libertà. io personalmente mi sentivo limitato negli spostamenti della testa verso l’alto, il neck andava a toccare sulla parte posteriore del casco, anche perché lo indossavo sopra la pettorina e quindi rimaneva leggermente sollevato.

renderlo obbligatorio come è stato fatto con il paraschiena sicuramente potrebbe essere un incentivo per la sicurezza di tutti, anche se personalmente non sono troppo d’accordo nel renderne obbligatorio l’utilizzo. ritengo più fondamentale l’uso della pettorina e del paraschiena, che molte volte non viene nemmeno controllato dai commissari di gara all’ingresso in pista. per il collare lascerei la decisione al pilota, magari facendo comunque una campagna informativa sui reali benefici che si possono avere in caso di caduta.”

 

 

Samuele Bernardini:

L’ho utilizzato in passato appena era uscito. Dipende al giorno d’oggi e una cosa in poi dove dei piloti ci ricavano dei premi.

Molti dicono che il neck brace funziona al 100% senza pettorina o solo con una pettorina,ci sono molte teorie. Ogni pilota ha la sua visione.

Forse dare qualche informazione in più in tal caso, farebbe bene a tutti.

Mettere l’obbligo non credo, ognuno è libero di indossare quello che vuole.

(La pettorina) se vedi i piloti di mondiale usano delle pettorine che non riparano nemmeno da un sasso,però sono omologate. Ci sono molte visioni del neck brace.

Riflessione personale, l’ho indossato per prova, ma poi non l’ho più usato perché era un po’ ingombrante per la guida sulla moto, non sei libero al 100%  di fare i movimenti che si vuole. Pero di sicuro è una cosa in più che ti potrebbe aiutare.”

Gianmarco Cenerelli – cl. MX2

Gianmarco Cenerelli :

Ho ricominciato a utilizzarlo da poco anche se in passato lo utilizzavo.

Molti piloti non lo usano secondo me per il motivo che non è molto comodo, però anche se non si ha la certezza della sua funzionalità è sempre una protezione in più.

Comunque purtroppo uno pensa a queste cose solo quando accadono delle disgrazie come quella che è capitata a Bryan.”

Alberto Forato ad Eicma 2018

Alberto Forato:

Io l’ho utilizzato, ma non lo utilizzo più, lo usavo quando ero più piccolo perché me lo avevano comprato allora lo usavo sperando servisse non sapevo se serviva o no ero piccolino….. non so perché gli altri non lo usano io personalmente sto più comodo così.

Eh io direi di no di non mettere l’obbligo e lo toglierei anche sul paraschiena perché penso che ognuno debba fare come crede meglio e sta più comodo, magari non sono molto il miglior esempio sulla sicurezza o così però è quello che penso.”

 

Gemma Grilli:

Lo utilizzavo in passato quando facevo downhill e agli inizi in moto….indispensabile, se entravo in pista senza uscivo subito per metterlo, perchè era come se mi mancava il casco. Non lo uso più dopo un incidente stradale che mi ha provocato 2 vertebre schiacciate e se metto il collare mi da fastidio. Probabilmente è una cosa mentale, ma devo dire che in alcuni incidenti mi ha aiutato, se non lo avessi avuto chissà. Molti piloti non lo usano più forse perchè sei un pò “legato” o forse è solo questione di abitudine…se la Federazione  dovesse mettere l obbligo ci si adegua.”

 

Floriana Parrini :

si l’ho utilizzato in passato! Attualmente non lo utilizzo.

Non mi sento di giudicare e e non mi ritengo in grado di poter dire se è un accessorio indispensabile o meno. So di alcuni episodi di piloti che lo indossavano e si sono ugualmente infortunati.

Alcuni amici indossandolo si sono rotti le clavicole a causa della pressione e della leva che fa il collare sopra le spalle. Non è ovviamente niente di certo però in molti danno la colpa a questo.

Nella mia “ignoranza” posso dire che sicuramente è un’ulteriore protezione da adottare in moto ma mi sento di dire che in molti la indossano senza sapere neanche quali benefici può avere, non so se per moda o altro!

Nel mio caso specifico, ho smesso di indossarlo perché è un accessorio molto ingombrante e limita molto nei movimenti, mi sono sentita dire più volte che è meglio guidare con qualche difficoltà ma essere più protetti per non rischiare ma se dovessimo proteggerci da tutto ciò che ci può fare del male forse non dovremmo neanche uscire di casa. Ma soprattutto nessuno ti da la certezza che con il collare non ti infortuni, quindi ho scelto di “stare al rischio”.

Per quanto riguarda la campagna informativa come dici tu, probabilmente potrebbe essere utile, (anche a me, che al riguardo non sono ferrata al 100%) ma credo che ad oggi non ci siano certezze per poter dire che il collare ti protegge da infortuni gravi, soprattutto perché come ti dicevo ci sono stati episodi dove purtroppo non è servito.”

 

Simone Furlotti – MX2

Simone Furlotti:

Io lo mettevo il collare, 5 anni fa ma non erano ancora così comodi, soprattutto nella parte delle clavicole è sempre stato molto alto allora mi dava fastidio. Adesso hanno fatto dei collari che non si sentono neanche quasi, quindi sia per il fatto di Bryan e un pò per quello l’ho rimesso. Sicuramente senza sei molto più comodo, o come dicono in tanti gli rompono la clavicola, ma meglio rompersi una clavicola che non camminare più…

Per renderlo obbligatorio non so forse crei tanta polemica, o comunque almeno chiedere ad una casa che produce questi collari una scontistica, perché non costano poco.”

 

 

Nicola Bertuzzi:

Fino alla 125cc l’ho sempre messo ma poi in 1 anno ho subito 2 fratture alla clavicola e la compressione di 2 vertebre.!

Da li non l’ho più messo, se ti fai male con il collare perchè portarlo, visto che è scomodo e fastidioso.”

Dawid Ciucci:

il collare non l’ho mai usato, non saprei cosa dirti. Per sentito dire so che si rischia di rompere le clavicole. Non sono mai riuscito a portarlo perché con la pettorina era scomodo, è stata una moda dei primi anni in cui è uscito, poi chi si è abituato ha continuato ad usarlo e gli altri hanno smesso.

Non avrebbe senso secondo me mettere l’obbligo, perché non tutti siamo uguali e ci possiamo adeguare al suo utilizzo.”

 

 

Andrea Cervellin:

1- il neck brace l’ho sempre usato, il primo l’avevamo comprato dall’America, era ancora in spugna, più altri sempre in spugna per poi passare a quelli che conosciamo tutti! Tuttora quando vado in moto lo uso!

2- il vero motivo per il quale in molti non lo usano più o non l’hanno mai usato, non lo so. Io sono cresciuto con l’idea. Onestamente non vedo il motivo per non usarlo.

3-per la campagna informativa secondo me non influisce molto! Come la cintura di sicurezza nelle auto. Se non ci fossero le multe la maggior parte non la userebbe.

4- secondo me non c’è bisogno mettere un obbligo! Anche perché gli obblighi danno fastidio alle persone! Ma sono i piloti stessi che si devono rendere conto che con le protezioni non è meglio tirarsi indietro! È per il loro bene!”

 

Alessandro Lupino:

 

1) Il neck brace (collare), lo utilizzi o la hai utilizzato in passato? Sembrava un accessorio indispensabile o era solo una moda?

 

Si ho utilizzato tanti anni il neck brace! Ora non lo utilizzo! Ho usato sempre ortema !credo che sia il migliore!

 

2) Secondo te perché molti piloti ora non lo usano più?

 

Non so il motivo ,io non lo utilizzo più perché con un modello di casco non era per niente confortevole!

 

3) Si dovrebbe fare una campagna informativa in tal senso?

È una cosa soggettiva !come i tutori delle ginocchia moltissimi piloti non usano ancora niente.

 

4) Se la Federazione mettesse l’obbligo come per il paraschiena cosa ne pensi?

 

Ovvio se diventasse obbligatorio lo metteremo!”

 

DITECI LA VOSTRA SULLA PAGINA FACEBOOK!

LEGGI LA PRIMA PARTE DEL SONDAGGIO QUI!

error: Content under copyright.