COURTNEY DUNCAN OUT DAL MONDIALE WMX

Il leader del Campionato mondiale di Motocross Femminile FIM 2018, Courtney Duncan ha subito un altro brutto colpo che la metterà fuori dalla corsa al titolo WMX nei restanti due round del campionato, ad Assen, in Olanda, e a Imola, in Italia.


 

La ventitreenne neozelandese si è ferita il piede destro mentre correva contro gli uomini in un round del campionato francese a giugno. Il suo piede è stato schiacciato nell’incidente, ed ha causato un sacco di danni alle piccole ossa all’interno del suo piede e dei legamenti circostanti. Seguendo il parere di un medico esperto, è rimasta ferma per nove settimane prima di riprendere il suo solito programma di allenamento, solo per far esplodere la ferita quasi istantaneamente.

Dopo aver chiesto consiglio ai migliori chirurghi in Belgio, alla Duncan è stato consigliato di prendersi una pausa di tre mesi dalla guida, e di evitare di sottoporre a qualsiasi tipo di stress il piede, per evitare di rischiare danni permanenti.

 

Duncan è l’unica pilotessa ad aver finito sul podio in ogni singolo round del Women’s Motocross World Championship quest’anno. Ha vinto cinque gare, otto holeshot, e ha lasciato il quarto round della serie con un vantaggio di 21 punti rispetto alle compagne di marca Yamaha Kiara Fontanesi e Nancy van de Ven, che sono in parità al secondo posto.

Con solo due round rimanenti e con un vantaggio di 21 punti, la sfortuna ha derubato la neozelandese dell’ennesimo titolo mondiale WMX.

La “Kiwi Girl” ha fatto il suo debutto nel Campionato Mondiale di Motocross Femminile FIM nel 2016, e ha vinto tre delle prime quattro gare prima di scontrarsi con un fotografo che si trovava in un punto cieco sul lato nascosto di un salto. È stata ferita nell’incidente e ha dovuto perdere due round del campionato, il che le è costato il titolo.

 

Nel 2017, guidava la penultima gara della stagione di oltre 30 secondi, prima che un gruppo di cinque pilotesse cadute avesse bloccato la pista. Senza una chiara strada da percorrere, cadde mentre cercava di tessere la carneficina e si bloccò. La giuria della gara aveva inizialmente stabilito che i risultati sarebbero stati assegnati in base alle posizioni del pilota dal giro prima che la pista venisse bloccata, quando la Duncan era in testa. Ma questa decisione è stata poi cambiata e i risultati al termine della gara sono stati reintegrati, il che significa che la Duncan non è riuscita a vincere il campionato con uno svantaggio di 3 punti.

 

Courtney Duncan: “Non penso che ci sia una parola per descrivere come mi sento adesso. Mi si spezza il cuore sapere che non sarò in grado di schierarmi e lottare per il titolo mondiale. Devo pensare ad un quadro più ampio, sono giovane e ho dei campionati da correre in futuro, voglio ringraziare i miei sponsor e sostenitori e quelli che mi hanno lasciato negli ultimi due anni “.

 

Josh Coppins, Altherm Yamaha Responsabile ufficiale del team WMX: “Avevamo alcune informazioni contrastanti sul periodo di recupero: inizialmente pensavamo fosse più breve e con il penultimo round che si avvicinava, Courtney ha ripreso a pedalare dopo nove settimane. Abbiamo cercato le opinioni di tre diversi chirurghi e tutti hanno concordato sul fatto che in nessuna circostanza lei può andare in bicicletta per tre mesi, hanno detto che non c’è nemmeno una remota possibilità che può guidare questo fine settimana. il dolore, come so che Courtney avrebbe solo sopportato. Potrebbe colpire lei per il resto della sua vita se lei danneggiasse ulteriormente il suo piede. Mi sento così deluso per lei, specialmente con alle spalle un ottovolante per tre anni. l’anno in cui ha corso così bene e si è messa nella migliore posizione possibile per portare a casa un titolo mondiale. Gli altri corridori della WMX hanno ricevuto un bel regalo ora, ma questo è lo sport – ci sono alti vertiginosi e bassi schiaccianti “.

ALTRE NEWS MXGP QUI!

error: Content under copyright.