SM ACTION YAMAHA TEAM REPORT – MXGP BULGARIA 2018

Nel GP di Bulgaria, punti importanti per Michael Mantovani nella EMX250. Dieci punti per Simone Furlotti nel Mondiale MX2, infortunio per Maxime Renaux.


Testo and Photo by Adriano Dondi
Dopo una assenza di quattro anni, il Circus del Mondiale Motocross ritorna in Bulgaria, sulla spettacolare pista di Sevlievo, a circa duecento KM da Sofia. Con l’assenza di Michele Cervellin, rimasto in Italia per un controllo medico, i piloti presenti del Team SM Action Yamaha sono stati tre: Michael Mantovani nell’Europeo EMX250 – Simone Furlotti e Maxime Renaux nel Mondiale MX2, che in vista della prossima stagione, ha deciso di dedicarsi completamente alla categoria maggiore.

Le prove cronometrate della MX2 hanno visto Renaux realizzare il dodicesimo tempo mentre Furlotti ottiene il diciannovesimo. Nella manche di qualifica, Maxime scatta bene allo start e si mantiene intorno alla settima posizione. Nel corso della frazione di gara viene superato da Lawrence al primo passaggio, da Weltin al quinto e da Rubini a due giri dal termine. Maxime chiude pertanto decimo dimostrando però una buona velocità. Simone Furlotti invece parte in fondo al gruppo, da 22° risale fino alla 19ª posizione prima di ritirarsi per un grosso calo fisico.

Prima manche della MX2 e subito si mette in mostra il francese. Al primo giro transita decimo ma nel secondo è coinvolto in una caduta per colpa di un addetto che non segnala a dovere che sul percorso c’è la moto di Vlaanderen. Purtroppo Renaux la centra e cadendo prende una grossa botta al muscolo del braccio sinistro. Dopo un attento controllo medico viene presa la decisione di non prendere parte alla seconda manche.

Rispetto alla gara di qualifica, Simone Furlotti si riprende fisicamente e disputa due manche molto concrete. Nella prima gara Simone parte a ridosso dei primi dieci ma incappa in una piccola scivolata che lo fa retrocedere 23°. Senza perdersi d’animo inizia la sua rimonta che termina al 16° posto.

Buona la partenza anche in gara due. Il ritmo è ottimo e mantiene agevolmente la nona piazza, anzi al decimo passaggio supera Sandner e si prende l’ottava posizione. Sembra anche poter insidiare Weltin ma a tre giri dal termine, arriva corto su un salto in salita e perde ben otto posizioni. Cerca ancora di recuperare ma scivola ancora e decide di rallentare e prendersi i punti della 16ª piazza.

Su una pista dal fondo duro, Micheal Mantovani scende in pista per la penultima prova dell’Europeo EMX250 con la convinzione di fare bene. Nelle Time Practice è ventesimo ad un secondo dai primi quindici. Nella prima manche riesce a partire 17°, guadagna subito una posizione ma la riperde a circa metà gara. Sul traguardo la posizione non cambia ma ottiene i primi punti della stagione. Nella seconda ha un buon start e con un passo gara regolare chiude quindicesimo aggiungendo altri punti alla sua classifica personale.

 

ALTRE DAI TEAM QUI!

error: Content under copyright.