HERLINGS NO LIMITS, PRADO GUADAGNA ANCORA – GP DI BULGARIA

In terra bulgara ancora un GP portato a casa dal duo KTM che ormai sembra quello che scriverà il proprio nome sull’albo d’oro. Vedremo se nelle ultime tre prove Cairoli e Jonass troveranno il modo di fermarli. Sicuramente in MX2 i giochi sembrano molto più aperti.



Foto: MXGP.COM

MXGP

Niente da fare, altra doppietta e tutti a casa. Herlings quest’anno fa un altro sport, in questo momento ancora di più. E’ in un stato fisico e mentale che non lascia spazio a dubbi, è lui il migliore. La sua progressione sia in gara uno che in gara due non ha lasciato spazio a repliche sia a Gajser che al nostro Cairoli, partito in testa nella seconda manche. Le gare sono durate praticamente un giro, poi l’olandese non si è più voltato indietro. Tony ha steccato in gara uno, non sappiamo cosa sia successo ma ha subito gli avversari nei primi due giri facendosi sorpassare da diversi piloti e non è più riuscito a trovare un ritmo buono terminando ottavo. Ora il distacco è diventato quasi incolmabile a tre gare dalla fine, 73 punti.

Altra bella prova per Gajser che ha conquistato un secondo ed un terzo posto salendo sul secondo gradino del podio, non ha la velocità dei primi due in classifica ma la sua stagione è partita ad handicap, lui è riuscito a raddrizzarla almeno in parte. Terzo posto sul podio per Desalle che è sempre li, costante e inossidabile, un esempio di professionalità sicuramente.

Giornata non brillantissima per i nostri ragazzi. Se Cairoli ha chiuso quarto di giornata, gli altri due potevano sicuramente fare meglio. Lupino undicesimo assoluto ha sofferto forse per la botta rimediata ieri in qualifica, Monticelli sedicesimo assoluto ha sofferto sempre alla distanza. Speriamo che i due ci facciano vedere le cose migliori nelle ultime tre prove.

MX2

Sembrava la giornata giusta per Pauls Jonass per riaprire il discorso campionato. Ma un suo errore ha vanificato tutto. Nella prima manche il pilota lettone ha prima tallonato e poi sorpassato Prado, presa la testa della corsa ha allungato fino alla bandiera a scacchi. In gara due proprio nel momento di attaccare di nuovo Prado per la testa della gara ha sbagliato, è andato a terra e quando si è rialzato era quarto a molta distanza dal battistrada. Il lettone ha impiegato diversi giri a riprendere il ritmo e non ha fatto meglio di un terzo posto. Prado al contrario è rimasto tranquillo e con la vittoria di gara due ha fatto suo anche il GP. Ora il divario tra i due è di 30 punti.

Dietro ai due nell’assoluta Lawrence con un quinto ed un secondo posto. Oggi l’australiano andava forte ed ha impensierito Prado in gara due fino all’ultimo giro. Olsen dopo il terzo posto di gara uno è rimasto vittima di una caduta in partenza nella seconda manche che ha coinvolto anche il suo compagno di squadra Covington. La sua rimonta si è fermata al quinto posto.

Non benissimo i nostri, assente Cervellin per motivi ancora da chiarire, unico risultato sufficiente è stato il decimo posto in gara uno di Samuele Bernardini che però ha sofferto nella seconda manche terminando15°. Punti mondialii sia per Furlotti, che ha sprecato in gara due, e Lesiardo.

ITALIA TERZA AL MUNDIALITO!!!

 

error: Content under copyright.