MXGP SVIZZERA 2018 – SM ACTION YAMAHA TEAM REPORT

Nel GP di Svizzera, Michele Cervellin ancora nella Top 10 della MX2. Bene a metà Maxime Renaux e Simone Furlotti. Qualificazione per Michael Mantovani.


Testo and Photo by Adriano Dondi

Con la prova del GP di Svizzera, si entra nella fase finale sia del Mondiale MX2, sia nell’Europeo EMX250. Mancano infatti quattro gare per determinare il Campione del Mondo della MX2 e due per il Campione Europeo. Nel Mondiale continuano le buone prestazioni di Michele Cervellin. Dopo una buona gara di qualifica terminata in ottava posizione, Cervellin si schiera al cancello di partenza con buone sensazioni.

Parte infatti nei primi cinque e per circa metà gara occupa la sesta piazza prima di scivolare e chiudere nono. La partenza di gara due lo vede scattare intorno all’ottava posizione che mantiene per i primi cinque passaggi. Dietro però arrivano a gran velocità gli americani Covington e Weltin con il quale ingaggerà una lotta serrata per tutto il resto della manche. A fine giornata Michele è non assoluto e consolida l’ottavo posto nella generale.

Per Simone Furlotti il GP è andato bene a metà. Gara uno è condizionata da alcuni contatti alla prima curva. Ripartito quasi in fondo al gruppo, riesce a recuperare una decina di posizioni e terminare 14°. Lo start è meglio nella seconda ma la velocità non era quella di gara uno. Una caduta in fondo al rettilineo della Pit Lane, ed alcune contusioni, lo portano al ritiro.

Nella prova dell’Europeo EMX250, le cose si sono messe subito sulla giusta strada. Maxime Renaux con il quinto crono nel suo gruppo, si qualifica agevolmente la gara. Michael Mantovani invece deve ricorrere alla manche di recupero che chiude al terzo posto, qualificandosi pure lui per le due manche. Come da programma il sabato si disputa la prima frazione. Maxime scatta nei primi dieci e con un bel ritmo, recupera fino alla quinta piazza finale. Michael invece scatta nelle retrovie, cerca di recuperare posizioni ma non ha un buon ritmo e chiude indietro.

Galvanizzato dal quinto posto di gara uno, Maxime si schiera la via di gara due cercando un piazzamento che lo possa portare a podio. Purtroppo la sua gara viene compromessa con una caduta al primo giro. Nonostante tutto non si perde d’animo e dopo tredici giri taglia il traguardo 17° recuperando più di venti posizioni. Nella classifica di giornata è decimo mentre nella generale è ottavo con 168 punti.

Migliore la partenza di gara due per Mantovani che rimane a ridosso della zona punti per buona parte della manche prima di avere un brusco calo fisico che lo fa finire 30°.

ALTRI REPORT DAI TEAM QUI!

error: Content under copyright.