HERLINGS SE NE VA….. – IL NOSTRO REPORT DEL GP DELLA REPUBBLICA CECA

Si è appena chiuso il quattordicesimo atto del mondiale MXGP a Loket, nella Repubblica Ceca. Con importanti sviluppi per la lotta al titolo delle due categorie….



Cos’altro dire del pilota olandese, finiti gli aggettivi. Sta disintegrando tutto e tutti sulla strada che lo separa dal suo primo titolo in MXGP. Nemmeno un Cairoli nella sua versione migliore, vedi gara due, è riuscito a contrastarlo in maniera adeguata. Herlings al momento fa un mondiale a se, contro se stesso. Poi vengono gli altri a partire dal nostro campione nazionale che in poche annate abbiamo visto così veloce. Due hole shot gli sono valsi solo pochi metri al comando, poi è arrivato lui ed è finita la gara. Possiamo solo toglierci il cappello di fronte a questo ragazzo che sicuramente ci regalerà ancora molto nel corso della sua carriera, molto più giovane rispetto ad uno come il nostro TC222 che ha già portato a casa nove titoli. Vedremo se qualcosa cambierà nelle ultime sei prove, se non altro sarebbe bello vedere ancora molti duelli tra i due.

Dietro di loro Tim Gajser, il primo degli umani che però oggi nella prima manche ha insidiato fino al termine il nostro Tonino per il secondo posto. In gara due una partenza non felice lo ha penalizzato ma non gli ha impedito di cogliere un altro terzo posto. Dietro gli altri, Febvre, Van Hoorebek, Desalle e Paulin si sono spartiti le posizioni dietro ai tre nelle due manche dando vita a belle battaglie, per loro il campionato è questo.

Altra bella gara di Alessandro Lupino che in gara uno ha lottato per più di metà gara nella top five per poi cedere qualche posizione nel finale terminando ottavo. In gara due un ottimo start lo ha fatto partire in seconda piazza ma al secondo giro forse una caduta lo ha tolto dal gruppo dei migliori, alla fine ha chiuso al 15° posto. Sicuramente per ora la sua miglior stagione nella MXGP, questo è certo!

Buona prova per Monticelli specialmente in gara due chiusa al 16° posto ma giocata nella top ten per la gran parte della manche. 20° in gara uno invece. Bella esperienza per Thomas Marini che ha “saggiato” il livello del mondiale.

In MX2 è stata una vera e propria guerra. Due manche tiratissime sempre incerte fino al traguardo. Tre sono stati gli “attori” principali, Jorge Prado, Calvin Vlaandaren e Thomas Covington. Alla fine  l’ha spuntata lo spagnolo che con un terzo ed un primo posto ha portato a casa GP e tabella rossa. Il ragazzo per il momento non sembra subire alcuna pressione e il periodo non buono che sta attraversando Jonass lo mette ora in condizione di crederci sempre di più, ci riferiamo al titolo di categoria ovviamente. Salgono le quotazioni di Vlaanderen che anche oggi era in pompa, anche per lui un primo ed un terzo che però non è bastato a vincere il GP, secondo gradino del podio per lui ma sicuramente di questo passo avrà un ruolo fondamentale nella lotta al titolo dei due piloti orange. Bellissima prova di Covington che ha chiuso il podio di giornata ma può recriminare su l risultato che poteva essere migliore. Infatti si è fatto soffiare il primo posto in gara uno nelle ultime battute mentre nella seconda manche non ha trovato il guizzo giusto per passare Prado e fare suo il GP, peccato.

Jonass, già, il campione 2017 sembra in calo, non è più veloce e concreto come ad inizio stagione ma ha dalla sua diversi GP per riprendersi la tabella rossa e confermarsi campione, certo d’ora in poi ogni errore potrebbe costargli caro, quindi niente scuse e gas a martello per il lettone. Questa è la sua unica via per riacciuffare la stagione.

Ottima giornata per Michele Cervellin, ottavo assoluto con un 11° posto ed un bel 7° in gara due. Peccato per gara uno che lo ha visto per diversi giri in terza piazza, poi il calo, forse a causa di una settimana travagliata. Infatti mercoledì scorso è stato autore di una brutta botta in allenamento ed è arrivato a Loket in non perfette condizioni fisiche. Forse sarebbe andata ancora meglio…..

Bene Furlotti in gara due con un 14° posto mentre finalmente Nicola Bertuzzi ha ottenuto i suoi primi due punti mondiali in terra straniera con il 19° posto in gara uno, bravi ad entrambi anche se ci aspettiamo ancora di più. Altra gara da dimenticare per Lesiardo, per Mantovani due zeri ma con più scusanti sinceramente.

Prossima tappa il 5 Agosto nell’inferno di sabbia di Lommel, in terra belga. Li non ci si potrà nascondere, vedremo chi sarà in grado di reggere sul tracciato forse più selettivo dell’intero mondiale. La strada è ancora lunga, tenetevi forte!!

foto: mxgp.com

TUTTE LE ALTRE NEWS!!!

error: Content under copyright.