IMPRESSIONI DI FEBBRAIO – ITALIANI DELLA MX2

Molto più affollata di italiani la MX2, anche qui abbiamo delle grandi potenzialità, speriamo che i ragazzi le esprimano fino in fondo nel mondiale e nell’europeo.

Ancora una volta l’apertura è per il veneto Michele Cervellin. Si è nascosto parecchio questo inverno. Molte vicissitudini, non solo inerenti alla pista, lo hanno proiettato ad un lavoro più improbo rispetto ad altri. Ha dovuto organizzare insieme ai ragazzi del team Martin una stagione non certo da ufficiale come sembrava solo qualche mese fa. Ma lui ha lavorato come suo solito, in silenzio. Non è tipo da filmati e foto sui vari social. A lui piace la sostanza. Si è presentato in Sardegna il giorno prima dell’apertura degli Internazionali ed ha fatto vedere che rimane una delle certezze di questa categoria. Gli è mancato l’acuto, ma con i piazzamenti si è portato a casa anche questo titolo. Parlando con lui domenica abbiamo capito che il lavoro da fare è ancora tanto. Lo sviluppo della sua Honda, arrivata da pochissimo, è indietro rispetto a tanti altri e il tempo è finito visto che le casse che vanno in Argentina sono praticamente in via di spedizione. Anche a livello fisico non è ancora al top, ma se queste sono le premesse non possiamo che essere fiduciosi. Quando tutto sarà a puntino lo vedremo la con i migliori, ne siamo certi.

Samuele Bernardini è tornato in gara dopo il suo lungo infortunio con conseguente intervento al ginocchio. Ma lo ha fatto in maniera sorprendente. Specialmente a Mantova ha mostrato una velocità che lascia tanta speranza per un mondiale MX2 da protagonista. Certo ancora non è al top e soffre un po’ alla distanza, ma per lui in primis come per noi che lo guardiamo i segnali sono tutti incoraggianti. Vediamo se già dall’Argentina riuscirà ad essere incisivo. Per lui come per il Cerve le aspettative sono alte, li aspettiamo entrambi fra i migliori della classe. La sua TM sembra assecondarlo bene, magari anche con il suo mezzo dovrà fare altri step……la concorrenza è avvisata.

Buone notizie sono giunte anche da altri due dei nostri ragazzi: Gianluca Facchetti e Giuseppe Tropepe.

Per il primo è l’esordio in questa categoria, ma la sua velocità è molto incoraggiante. Sicuramente nell’Europeo MX2 potrà dire la sua, a patto che non si lasci incantare da queste prime uscite stagionali, servirà questo ed altro in mezzo ai ragazzacci dell’europeo. Sicuramente servirà una crescita a livello fisico, con la sua KTM sembra già a suo agio. Vediamo se continuerà a sorprenderci.

Quatto quatto anche il pilota calabrese, salito sulla Yamaha, ha disputato tre gare molto costanti e se la fortuna lo assiste potrebbe disputare un ottima stagione. Lo monitoreremo gara dopo gara ma la speranza è di vederlo finalmente nelle posizioni che merita.

Chiudiamo con altri due nomi: Morgan Lesiardo e Lorenzo Ravera. Morgan si troverà a disputare l’intero mondiale della MX2, vedremo se dopo il titolo europeo continuerà il suo viaggio verso il top della categoria. Sicuramente dovremo metterci un po’ di pazienza ma magari il suo apprendistato durerà meno del previsto, lo speriamo davvero. Lorenzo ha fatto vedere delle ottime cose specialmente a Mantova, magari lo vedremo davanti anche all’europeo….

Per tutti gli altri c’è ancora da lavorare, inutile fare nomi. Hanno ancora tempo per mettersi in forma.

La parola ora passa alla pista, in bocca al lupo riders!!!

http://www.mxreport.it/index.php/category/foto/

error: Content under copyright.